CALI

( Pop. 2.250.000 / Alt. 1005 m. / Temp. 24°C )

Il suo clima è costantemente caldo ed umido durante il corso di tutto l’anno. Gli abitanti del luogo, i cosiddetti caleños, sono dediti 365 giorni l’anno al divertimento. Nel distretto di Juanchito è possibile destreggiarsi nel ballo sino all’alba. In questa città predomina il modernismo e l’industrializzazione, ma Cali propone inoltre edifici coloniali storici, incantevoli passeggiate lungo il fiume Rio Cali ricco di alberi ovunque oppure lungo lo splendido zoo della città dove domina esclusivamente la fauna tipicamente colombiana! Di notevole bellezza le donne colombiane, grazie al mix di tratti somatici africani, europei e locali.
Santiago de Cali fu l’antico distretto fondato nel 1536 da Sebastiàn de Belalcàzar. La sua evoluzione economica del tutto positiva conobbe il suo inizio nei primi anni del XX secolo, quando venne creata la ferrovia che diede la possibilità di intraprendere l’esportazione di prodotti tipici locali come zucchero e caffè. Calì è l’odierno dipartimento della Valle del Cauca ed ospita un nucleo enorme di popolazione. E’ un centro industriale, agricolo e commerciale molto importante di questa parte di Colombia, nonchè il principale, ed è la terza città colombiana per grandezza dopo Bogotà e Medellin.
Il fiume Rio Cali divide la città in due. La Plaza de Caycedo è sita al centro del nucleo storico ubicato a sud, qui sono conservate il maggior numero di chiese e musei. La città nuova copre l’area a nord del fiume, si tratta naturalmente di una zona molto moderna, avanguardista, con molti locali.

COSA VEDERE & FARE
Zoològico de Cali. Attraversato dal fiume Rio Cali, si estende lungo una vasta area ed ospita 1200 animali di ben 180 specie diverse.
Museo Arquelògico La Merced. Propone una ricca e bella collezione di ceramiche precolombiane ed è ubicato all’interno dell’edificio più antico della città: La Merced. Sempre qui è ubicata la Iglesia de la Merced, la più antica del posto.
Museo del Oro. Propone una deliziosa raccolta di ori e ceramiche calima.
Iglesia de San Francisco. Totalmente in stile neoclassico risale al XVIII secolo.
Torre Mudèjar. Una particolare torre campanaria realizzata completamente in mattoni, si tratta di un esempio tipico mudejar.
Iglesia de la Ermita. Ospita un dipinto molto importante, El Señor de la Caña, vale a dire il Signore della canna da zucchero, un quadro al quale vengono attribuiti molti miracoli.
Iglesia de San Antonio. La chiesa è ubicata in cima a la Colina de San Antonio ed ospita delle statue lignee raffiguranti santi che risalgono al XVII secolo; si tratta di tallas quiteñas, vale a dire della Scuola di Quito. Proprio da questa chiesa si apre un’incantevole vista sulla città.
Museo de Arte Moderno La Tertulia. Propone mostre temporanee inerenti a pittura, scultura e fotografia contemporanee.

© Copyright 2018  Colombiaonline Roma