TITLE

DESCRIPTION

MEDELLIN

 

Medellin
pop. 2,5 milioni / alt. 1540 m. / temp. 23°C.

Oggi é una delle città più sicure dell’America Latina. Vanta un clima temperato durante il corso di tutto l’anno, grazie al riparo che le offrono le Ande. Qui le precipitazioni sono tendenzialmente più abbondanti da marzo a maggio e da settembre a novembre. L’ottima rete stradale consente ai visitatori di intrufolarsi alla scoperta delle piccole cittadine che punteggiano il pais paisa. Qui sfoggiano deliziose case coloniali imbiancate a calce con i decori tipici in legno ad ornamento di porte e finestre. Recentemente Medellin ha subito una sensazionale trasformazione, in positivo naturalmente, ed é una delle più gradevoli città colombiane. Il viaggiatore é conquistato e rimane abbagliato dalle vedute mozzafiato che la città offre, ovunque si guardi, grazie alle vette frastagliate che la circondano in ogni suo lato. E’ graziosamente soprannominata “città dell’eterna primavera” per le temperature persistentemente miti. L’economia é dinamica, l’industria tessile é trainante, il mercato dei fiori é attivissimo. Si potrà ammirare il sovraffollamento di persone che passeggiano nelle strette ed animate viuzze del centro città. Qui il quadro é arricchito da ristoranti vecchio stile, musei, alberghi, palazzi di uffici, negozi. Il viaggiatore é sedotto completamente dal calore e la cortesia dei suoi abitanti! Le persone del luogo amano il divertimento e sono lieti sempre di accogliere i turisti. Circa 4 km a sud del centro si trova El Poblado, trattasi di un elegante sobborgo residenziale e commerciale che cresce sempre più rapidamente. Qui il dipinto é arricchito da ristoranti esclusivi, centri commerciali ed una vita notturna intorno a Calle 10 davvero molto eccitante. Altri luoghi d’interesse turistico sono sparsi fuori del vero e proprio centro! Medellin é l’unica città colombiana a possedere due stazioni autobus e ben due aeroporti. Contrariamente a quasi tutte le altre città di Colombia che adottano il sistema numerico per indicare le vie della città, qui le vie centrali sono indicate da un nome.

Medellin fu fondata nel 1616 ed il primo sviluppo edilizio cominciò nella parte sud, zona conosciuta come El Poblado. Inizialmente il territorio venne suddiviso in tante piccole haciendas. I primi paisas non mostrarono interesse per i contatti commerciali con le regioni confinanti; proprio per questo divennero famosi per la propria operosità ed il forte spirito d’indipendenza. Divenne capoluogo di dipartimento nel 1826, ma la vera crescita della città cominciò all’inizio del XX sec. e subì una rapida e positiva trasformazione grazie all’attuazione della ferrovia ed il boom del caffé. Grazie agli investimenti dei ricchi del tempo nella nascente industria tessile la città conobbe maggiore sviluppo. Nel giro di pochi decenni divenne grande metropoli e ci teniamo a sottolineare che oggi é uno dei luoghi più sicuri di tutta l’America Latina.

DA VEDERE

Museo de Antioquia.
E’ il secondo museo più antico di Colombia e fra i più importanti del paese. E’ situato nell’imponente Palacio Municipal e propone collezioni che spaziano dal periodo precolombiano all’epoca coloniale e dall’indipendenza fino a giungere all’arte moderna. La donazione più significativa proviene, però, da un’artista originario di questa città. Parliamo di Fernando Botero, il quale ha donato 92 sue opere e 22 di artisti modernisti e contemporanei da lui stimati e fra i più affermati a livello internazionale. Parliamo, ad esempio, di Pablo Picasso.

Plazoleta de las Esculturas
Ospita poco più di 20 opere realizzate da Fernando Botero.

Basilica de la Candelaria
Domina il Parque Berrio ed é la più importante chiesa della città. Venne costruita nel 1770 circa e propone al suo interno alla vista del visitatore un soffitto a cassettoni ottimamente realizzato, una statua del Señor Caido, vale a dire Cristo caduto, posta nella navata sinistra ed un retablo di grande interesse.

Catedral Metropolitana
Si affaccia su Parque de Bolivar, é realizzata da 1.200.000 mattoni disposti in una forma tale da realizzare un disegno particolare neoromanico. L’inizio della sua costruzione risale al 1875, ultimata nel 1931, fu progetta da diversi architetti di rilievo. Il suo interno offre al visitatore vetrate istoriate spagnole, un organo a 3478 canne e dipinti di Gregorio Vàsquez de Arce y Ceballos.

Ermita de la Veracruz.
La più antica chiesa della città. Il suo inizio probabilmente risale al 1682 e la sua consacrazione si inquadra nel 1803. La facciata in pietra é molto suggestiva, come lo sono anche i favolosi interni i cui colori predominanti sono il bianco e l’oro.

La Gorda
Si tratta di un busto femminile realizzato in bronzo da Botero ed esposto proprio di fronte al Banco de la Repùblica nel Parque Berrìo. Il centro di Medellin sembra infatti quasi una vasta galleria d’arte a cielo aperto. Altre le opere si possono ammirare liberamente nella Plazoleta de las Esculturas.

Pàjaro de Paz
Vale a dire “Uccello della pace” ed é un’altra delle tre sculture di Fernando Botero posizionata nel Parque San Antonio.

Monumento a la Vida
Sinuoso monumento alla vita realizzato da Rodrigo Arenas Betancur, autore dei monumenti più amati della Colombia.

Monumento a la Raza
Altra maestosa opera appartenente a Rodrigo Arenas Betancur. Il monumento narra mediante suggestive sinuosità in metallo la storia di Antioquia. ( Per gli appassionati di questo artista consigliamo di recarsi al campus della Universidad de Antioquia per ammirare il Monumento al Creador de Energia ).