TITLE

DESCRIPTION

Radamel Falcao García

Radamel Falcao García

Radamel Falcao García Zárate, – noto anche solo come Falcao o, erroneamente, come Radamel Falcao (Santa Marta, 10 febbraio 1986), è un calciatore colombiano, attaccante dell’Atletico Madrid e della Nazionale colombiana.

 

È il secondo calciatore, dopo Luigi Sartor, ad aver conquistato la UEFA Europa League per due stagione consecutive con due maglie diverse (Porto nel 2010-2011 e Atletico Madrid nel 2011-2012). Inoltre, divenendo capocannoniere della competizione in entrambe le edizioni, ha stabilito un ulteriore primato, essendo l’unico ad esserci riuscito con squadre differenti e per due anni consecutivi.
È figlio di Radamel García, ex calciatore colombiano di ruolo difensore, che gli ha dato il suo secondo nome, Falcao, in onore dell’ex calciatore brasiliano Paulo Roberto Falcão. Inoltre, è un cristiano praticante e fa parte dei gruppi Locos Por Jesus e Atletas de Cristo.È soprannominato El Tigre.

Attaccante moderno in possesso di un innato senso del gol, rapido e tecnico nei movimenti, nel suo repertorio migliore rientrano il colpo di testa e la freddezza sotto porta. È abile nel tiro sia con il piede sinistro che con il destro.
Lanceros e River Plate

Falcao García debuttò a livello professionistico nella seconda divisione colombiana nel 1999, giocando con il Lanceros (allora Lanceros Fair Play): la sua prima partita fu Lanceros-Deportivo Pereira, disputata il 28 agosto 1999 a Tunja; vestì la maglia numero 9.Avendo esordito a 13 anni e 112 giorni è il più giovane debuttante della storia del calcio professionistico colombiano. Nella stagione 2000 assommò altre 7 presenze, con 1 gol: segnò la rete decisiva nell’1-0 del Lanceros sull’El Cóndor il 23 luglio 2000.Si trasferì al River Plate all’età di 15 anni. Debutta in prima squadra a 19 anni con una doppietta, e diventa il partner d’attacco di Ernesto Farías prima e di Rolando Zárate poi.

Porto
2009-2010

Il 15 luglio 2009 viene acquistato per 5,5 milioni di euro dal Porto con il quale firma poi una clausola rescissoria pari a 30 milioni di euro. Il primo gol arriva contro il Paços nel debutto in campionato finita 1 a 1 il 16 agosto. Si ripete 6 giorni dopo contro il Nacional su rigore realizzando il gol del momentaneo 1 a 0 per il Porto (3-0). Nella seconda giornata di girone di UEFA Champions League arriva il suo primo gol in Europa contro l’Atlético Madrid il 30 settembre 2009, la partita finirà 2 a 0. Il 10 gennaio alla prima del 2010 segna 2 gol nella sfida vinta 2 a 0 contro il Uniao del Leira. Si ripete il 30 gennaio nel 4 a 0 contro il Nacionale segnando altri 2 gol. Negli ottavi di finale di Champions contro l’Arsenal il 17 febbraio partita di andata segna un gol, la partita finisce 2 a 1 per il Porto, che nella gara di ritorno a Londra, il 9 marzo perde 5 a 0 e viene ammonito.


2010-2011
Falcao con la maglia del Porto nel 2010-2011

Il 4 ottobre realizza la sua prima doppietta contro l’Olhanense finita 3 a 0. Nella sfida di Supercoppa di Portogallo contro il S.L. Benfica il 7 agosto 2010 segna il gol del 2 a 0 che vale la vittoria. Nel turno preliminare di UEFA Europa League contro il contro il Genk realizza il gol su rigore dell’1 a 0 la partita (andata) finirà 3 a 0. Alla prima di campionato il 22 agosto contro il S.C. Beira-Mar realizza una doppietta. Il 16 settembre nella prima giornata di Europa League contro il CSKA Sofia segna al 16′ il gol del decisivo 1 a 0. Il 25 ottobre contro il União de Leiria realizza una doppietta (5-1). Il 7 novembre realizza ancora una volta una doppietta la terza in campionato contro il Benfica finita 5 a 0. Il 2 dicembre contro il Rapid Vienna in Europa League, realizza la sua prima tripletta in Europa e in Stagione. Il 26 febbraio 2011 segna 2 gol nella partita vinta 3 a 0 in trasferta contro l’Olhanense. Contro il Vitória S.C. il 5 marzo segna al 67′ il gol dell’1 a 0 sbloccando la partita, allo scadere Rodriguez realizza il 2 a 0. Il 7 aprile negli ottavi di finale di UEFA Europa League contro lo Spartak Mosca realizza una tripletta. Nella grande sfida contro lo Sporting Lisbona sigla una doppietta che permetta al Porto di vincere per 3 a 2. Il 28 aprile 2011 segna quattro reti nella semifinale d’andata di Europa League contro il Villareal finita 5-1 in casa, eguagliando peraltro il record di 15 segnature dell’attaccante tedesco Jürgen Klinsmann nella Coppa UEFA 1995-1996 e diventando il calciatore più giovane a segnare 4 gol nelle coppe europee. L’8 maggio alla penultima partita di campionato contro il Paços de Ferreira realizza 2 gol la partita si conclude 3 a 0 con la tripletta di Pizzi per il Pacos e il gol di Hulk. Al ritorno segna il gol del momentaneo 1-2 (la partita terminerà con una sconfitta per 3-2) superando così Klinsmann con 16 gol e portando il Porto in finale, dove segna la rete decisiva contro il Braga per la vittoria del torneo. Con 17 gol segnati in questa competizione ottiene il record di marcature in una sola edizione di una competizione europea. In stagione vince anche la Primeira Liga 2010-2011 e realizza in tutto 38 gol stagionali, formando con il compagno di reparto Hulk una coppia da 73 gol. Il 14 luglio 2011 prolunga il suo contratto con il club lusitano fino al 2015, alzando la clausola rescissoria a 45 milioni di euro.

Atlético Madrid
2011-2012
Falcao celebra la vittoria dell’Europa League 2012

Il 19 agosto 2011 viene acquistato a titolo definitivo dall’Atlético Madrid per 40 milioni di euro, più 7 eventuali di bonus. Segna il suo primo gol con la nuova maglia il 15 settembre nella prima partita della fase a gironi dell’Europa League contro il Celtic di Glasgow finita 2 a 0. Il 18 settembre realizza una tripletta contro il Racing Santander, gara vinta dai colchoneros per 4 a 0. Nella prima partita di UEFA Europa League contro il Celtic realizza al terzo minuto la rete dell’1 a 0, la partita si concluderà 2 a 0. Il 21 settembre nella sfida vinta 4 a 0 contro lo Sporting Gijòn segna 2 gol. Il 15 gennaio segna 2 gol nella vittoria per 3 a 0 contro il Villareal. Il 21 gennaio 2012 segna un’altra tripletta nella sfida contro il Real Sociedad vinta 4 a 0. Segna 2 gol nella sfida del 16 febbraio contro la Lazio partita d’andata dei sedicesimi di finale della UEFA Europa League finita 3 a 1 giocata a Roma, realizza anche un assist, nella gara di ritorno giocata vinta dall’Atletico a Madrid scende in campo dal primo minuto ma non segna (1-0).

Il 21 marzo contro l’Atheltic Bilbao è decisivo con una doppietta alla vittoria per 2 a 1. Il 29 marzo nei quarti di finale di Europa League contro l’Hannover segna la rete dell’1 a 0, la partita viene vinta dall’Atletico Madrid per 2 a 1. Dopo la squadra Tedesca, arriva la semifinale tutta spagnola contro il Valencia dove con i suoi 2 gol uno di testa al 18′ e tiro di sinistro su assist di Diego, contribuisce alla vittoria per 4 a 2.

Con la squadra raggiunge la finale di Europa League dopo aver segnato due gol in semifinale contro il Valencia battuto per 4-2: di testa al 18′ il primo e un tiro di sinistro su assist di Diego il secondo.Il 9 maggio a Bucarest, nella finale di Europa League contro i connazionali dell’Athletic Bilbao, segna una doppietta in 34 minuti (record nelle finale di Coppa UEFA/Europa League) nel 3-0 finale che consente ai madrileni di riportare il trofeo in bacheca dopo due anni.Con 12 reti si conferma capocannoniere della competizione come nell’annata precedente.

Monaco

Falcao durante un allenamento con il Monaco nell’estate 2014.

Il 31 maggio 2013 viene ufficializzato il suo passaggio al Monaco, per una cifra vicina ai 60 milioni di euro; il giocatore firma un contratto quinquennale. Esordisce in Ligue 1 il 10 agosto 2013, siglando il suo primo gol con la maglia del Monaco, gol del definitivo 2-0 nella vittoria dei monegaschi in casa del Bordeaux.

Il 22 gennaio 2014, nella vittoria per 3-0 sul Monts in Coppa di Francia, subisce un grave infortunio al ginocchio sinistro. Gli esami del giorno seguente evidenziano la rottura del legamento crociato. È quindi costretto a uno stop di sei mesi e a saltare il mondiale in Brasile. La stagione del Monaco termina con un secondo posto dietro al Paris Saint-Germain. a stagione seguente inizia male per il club monegasco: pur segnando, l’attaccante colombiano non riesce ad impedire la sconfitta contro il Lorient per 1-2. La prima vittoria della stagione 2014-15 la firma proprio Radamel Falcao, siglando così il suo 200° gol nella sua carriera calcistica, nell’incontro vinto 1-0 a casa del Nantes.

Prestito al Manchester United

Non è convocato per la partita di campionato contro il Lille del 30 agosto. Il 1º settembre 2014 Monaco e Manchester United trovano l’accordo per la cessione dell’attaccante con la formula del prestito oneroso (per 12 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 55 milioni. Il 14 settembre seguente fa il suo esordio con la nuova maglia, nella vittoria per 4-0 contro il Queens Park Rangers ad Old Trafford. Il 5 ottobre segna il suo primo gol con i Red Devils, nella gara vinta per 2-1 contro l’Everton. Si ripete il 20 dicembre, nella partita contro l’Aston Villa (1-1), segnando al 53º minuto il gol che permette alla sua squadra di trovare il pareggio.

Il 14 febbraio 2015 lo United annuncia che non riscatterà il giocatore al termine della stagione. Il 13 marzo Falcao rilascia un’intervista nella quale afferma di essersi pentito di essersi trasferito a Manchester, ammettendo di essere deluso dal comportamento del tecnico Louis van Gaal, reo di non avergli concesso un minutaggio accettabile. Non rientrando più nei piani della società inglese, a fine stagione non viene riscattato e fa quindi ritorno al Monaco. Chiude la sua esperienza al Manchester United con 29 presenze e 4 gol.

Prestito al Chelsea

Falcao con la maglia del Chelsea nel 2015.

Il 3 luglio 2015 viene ceduto in prestito al Chelsea, con un prezzo per l’eventuale riscatto fissato a 50 milioni di euro. Il 2 agosto seguente fa il suo esordio con la nuova maglia, nel Community Shield contro l’Arsenal (0-1), subentrando a Loïc Rémy al 46º minuto di gioco. L’8 agosto esordisce in Premier League entrando al posto di Willian a sei minuti dalla fine della partita pareggiata per 2-2 a Stamford Bridge contro lo Swansea. Il 29 agosto, entrato in campo al posto di Willian, segna il suo primo gol con i Blues, quello del momentaneo pareggio, nella partita persa per 1-2 contro il Crystal Palace a Stamford Bridge.

Il 3 novembre 2015 si infortuna durante un allenamento e inizialmente sembra che debba rimanere fermo alcune settimane. Il 15 gennaio 2016 il nuovo allenatore del Chelsea, Guus Hiddink, conferma che “l’infortunio di Falcao è molto grave e ci vorranno altre sei, otto settimane”. A febbraio viene escluso dalla lista per la Champions League della squadra londinese in favore del nuovo acquisto Alexandre Pato.

Ritorno al Monaco

Falcao con la maglia del Monaco nel 2016.

Il 10 giugno 2016 fa rientro al Monaco di Leonardo Jardim, con la quale rinnova il contratto dimezzandosi lo stipendio a 7 milioni di euro a stagione. Segna la sua prima rete in partite ufficiali della nuova stagione nel terzo turno preliminare di Champions League contro il Fenerbahçe (sconfitta ad Istanbul per 2-1). Segna anche nella partita di ritorno che vede i monegaschi vincere 3-1 sui turchi e qualificarsi al turno successivo. Durante la partita subisce un infortunio che lo tiene in infermeria per un mese. Il 2 novembre torna a segnare in Champions League, a più di sei anni di distanza dall’ultima rete, realizzando una doppietta nella gara interna vinta 3-0 dai monegaschi contro il CSKA Mosca. Successivamente realizza un’altra doppietta nella vittoria monegasca per 6-0 ai danni del Nancy, mentre il 10 dicembre 2016 segna una tripletta nella trasferta di Bordeaux (0-4). Il 21 Febbraio, nell’andata dei quarti di Champions League contro il Manchester City, segna una doppietta, la partita termina 5-3 per gli inglesi. Termina la stagione vincendo il campionato francese e segnando 30 gol in 43 presenze.

Nazionale

Falcao con la maglia della Colombia nel 2013.

Nazionali giovanili

Nel 2005 viene convocato dalla Nazionale Under-20 per disputare il Campionato sudamericano di calcio Under-20 in Colombia. Il 21 gennaio all’ultima partita del girone, realizza una rete contro l’Argentina Under-20 finita 1 a 1. Classificandosi al secondo posto, partecipa alla fase finale del torneo dove l’8 febbraio nella sfida contro il Venezuela festeggia con i suoi compagni la vittoria della competizione.

Nazionale maggiore

Ha giocato nelle selezioni Under-17 e Under-20 della Nazionale di calcio della Colombia, debuttando poi nella nazionale maggiore nel 2007. Segna il suo primo goal con la sua nazionale contro il Montenegro, nel mach vinto 1-0. Con la Colombia prende parte alla Copa America 2011, segnando una doppietta all’ultima partita della fase a gironi contro la Bolivia.

Il 6 giugno 2015, grazie al gol decisivo nella vittoria per 1-0 contro la Costa Rica, ha raggiunto al primo posto Arnoldo Iguarán nella classifica dei migliori realizzatori di sempre della propria nazionale. Non viene inserito nella lista provvisoria dei 40 giocatori convocati per la Copa América Centenario, che si è tenuta negli Stati Uniti.


Nazionale
Nazionali giovanili

Nel 2005 viene convocato dalla Nazionale Under-20 per disputare il Campionato sudamericano di calcio Under-20 in Colombia. Il 21 gennaio all’ultima partita del girone, realizza una rete contro l’Argentina U-20 finita 1 a 1. Classificandosi al secondo posto, partecipa alla fase finale del torneo dove l’8 febbraio nella sfida contro il Venezuela festeggia con i suoi compagni la vittoria della competizione.
Nazionale maggiore

Ha giocato nelle selezioni Under-17 e Under-20 della Nazionale di calcio della Colombia, debuttando poi nella nazionale maggiore nel 2007. Con la Colombia prende parte alla Copa America 2011, segnando una doppietta all’ultima partita della fase a gironi contro la Bolivia.

Valore di mercato: 50.000.000 di eur