TITLE

DESCRIPTION

SAN AGUSTIN

( Pop. 2000 / Alt. 1695 m / Temp. 18°C )

Anticamente questo luogo magico ed incantevole terra montuosa era abitato da una civiltà interessante e particolare che, proprio qui, usava celebrare le salme dei morti e ne onorava la memoria con imponenti statue in pietra. Niente si sa di questo popolo che svanì nel nulla prima dell’arrivo degli europei nel territorio. Il turista oggi potrà ammirare circa 500 statue lasciate lì da forse i primi abitanti del luogo. Si tratta prevalentemente di raffigurazioni monumentali antropomorfe, talune realistiche altre prettamente irreali e somiglianti a figure mostruose, inoltre alcune sono animali sacri. Inoltre sono state ritrovate ceramiche e oggetti realizzati in oro all’interno di tombe appartenute ai capi tribù. Le statue sono sparse un pò ovunque e la maggiorparte distribuite in gruppi. Il sito più importante è senza ombra di dubbio il Parque Arqueològico che contiene anche un museo. All’interno del parco è stata scavata la Fuente de Lavapatas, un complesso di canali e vasche a terrazza dove scorre un ruscello e sono rappresentate varie immagini. Sulla riva opposta del Rio Magdalena vi è il secondo parco archeologico dove giace la più grande di queste statue con i suoi 7 metri di altezza.

 

 

 

 

Sono svariati gli altri siti archeologici che contengono questa tipologia di statue, il tutto raccolto in uno scenario incantevole. Sarà possibile assaporare della gustosa carne alla griglia lungo la strada per il parco archeologico, dove sono posti proprio dei buoni ristoranti. Si consiglia, per gli amanti degli animali, di noleggiare un cavallo per la visita e viverla in un modo particolare ed unico nel suo genere. La località propone un clima variabile, per lo più secco da dicembre a febbraio ed umido da aprile a giugno.

© Copyright 2018  Colombiaonline Roma